Diverse Visioni 2019/20
visione come progetto

ok.jpg

DIVERSE VISIONI 2019/2020 –visione come progetto

un progetto di BLITZ

direzione artistica a cura di Margherita Ortolani

direzione organizzativa a cura di Vito Bartucca

in collaborazione con Piccolo Teatro Patafisico -  Spettatori Migranti_Attori sociali - Consulta delle Culture (PA)

con il sostegno del Fondo di Beneficenza di Intesa San Paolo


 

DIVERSE VISIONI 2019/2020 riprende il filo là dove si è interrotto con le precedenti edizioni, mantenendo intatti gli obiettivi e proseguendo il percorso sia sul piano pratico, sia sul piano concettuale. Continuano gli INVITI A TEATRO con la collaborazione di teatri istituzionali e spazi non istituzionali della città di Palermo (Teatro Biondo, Piccolo Teatro Patafisico, Spazio Franco, Nuovo Teatro Montevergini) e gli incontri propedeutici e di restituzione, ospiti, quest’anno,  della sede della Consulta delle Culture, per una  nuova collaborazione con l’organo istituzionale che dal 2013 rappresenta le comunità di cittadini e cittadine presenti a Palermo provenienti da paesi europei ed extraeuropei. Dal punto di vista operativo,nell’ambito della «visione come progetto», un pensiero specifico è dedicato alla donna ed alle categorie più fragili. La tavola rotonda La donna nello spazio delle migrazioni , ideata da BLITZ ed organizzata a Palermo, presso il Centro Sperimentale di Fotografia a Gennaio 2020, ha proprio l’obiettivo di raccogliere testimonianze, competenze e possibilità di azione attorno a questo tema.

Per l’anno 2019/2020, DV instaura una collaborazione con il progetto Spettatori Migranti_ Attori Sociali, progetto editoriale e  laboratorio di cittadinanza attiva, nato a Roma all’interno del Centro di Accoglienza Straordinaria Casilina per richiedenti asilo politico: un ponte di buone pratiche tra le città di Roma e Palermo.